Sei in: La storia dei contadini >

 

La società corporativa nel territorio di lingua tedesca 

(parte 3 di 3) 

 

il 3° ceto era composto da agricoltori, artigiani, commercianti ed altri. Membro del 3° ceto si diventava per nascita. Il compito del 3° ceto era quello di svolgere il lavoro quotidiano. Si distingueva tra contadini liberi, contadini non liberi (Hörige1) e contadini servi (della gleba).

Assemblea dei ceti più distinti del mondo: dal più alto al più basso, dal più basso al più alto - e tutti parlano di pace Assemblea dei ceti più distinti del mondo:
dal più alto al più basso, dal più basso al più alto - e tutti parlano di pace

 

I contadini liberi: in contrapposizione ai gruppi inferiori degli agricoltori, avevano proprietà "indipendente" e partecipavano al terreno comune (almenda). Inoltre erano liberi di sposarsi, di ereditare o di trasferirsi. Non dipendevano da nessun Signore feudale. 

 

i contadini durante la corvée
i contadini durante la corvée

I contadini non liberi: Rispetto al contadini liberi il loro status giuridico era significativamente peggiore perché non potevano allontanarsi dalla terra facilmente, (erano legati al pezzo di terra / glebae adscripti) e pagare la tassa pro capite, una tassa sul matrimonio ed una sulla morte sotto forma del miglior pezzo di bestiame o il vestito migliore. Anche nella legislazione del Landfrieden dell’Alto Medioevo la sottostima dei contadini trovava la sua espressione: con pesanti sanzioni era vietato agli agricoltori il trasporto di armi; invece era permesso il possesso di armi in casa, perché ogni tanto l'agricoltore poteva essere utile durante un arresto di un criminale. 

 

contadino libero e Höriger
contadino libero e Höriger

I servi della gleba: lavoravano sul podere del Signore feudale e avevano più o meno il ruolo di un servo ed erano più dipendenti di un contadino Hörig dal loro Signore. 

I servi della gleba erano privi di beni, avevano bisogno del permesso per sposarsi, loro stessi, i loro familiari e il loro terreno potevano essere venduti dal Signore in ogni momento. 

 

contadino che ara il terreno
contadino che ara il terreno

Da notare è la differenza tra gli Hörige1 (contadini non liberi) e la servitù della gleba che spesso porta a confusione. A differenza dei contadini non liberi (Hörige), la servitù della gleba sottostava ad una forma più dura del legame con il Signore feudale.

I contadini che un tempo erano liberi e volontariamente si erano sottomessi al Signore feudale, consegnandogli il loro terreno, vengono definiti appartenenti (hörig) alla terra. Mentre i servi della gleba dovevano pagare tributi personali, i tributi di contadini Hörige erano riferiti al podere. Il contadino Hörige poteva essere venduto solo insieme alla sua terra.

contadini nel Medioevo
contadini nel Medioevo

 

Anche se la definizione “Servitù della gleba” è emersa solo a partire dal 14° secolo, nel Regno dei Franchi si era sviluppata già nel 4°/5° secolo, conosciuta come “prima servitù della gleba”. I servi della gleba provenivano in origine dalla schiavitù patriarcale, dalla prigionia di guerra, dalla servitù per debiti ecc. per lo più senza terra. Gestivano le terre dei loro Signori come servi o erano attivi come artigiani. 

i contadini pagano la decima
i contadini pagano la decima

La loro situazione sociale migliorò con la diffusione del dominio feudale dal 9° secolo. Diventavano liberi a metà (Halbfreie): Hörige.

Ma dal 14°/15° secolo, soprattutto con il crescente fabbisogno di soldi da parte dei Signori feudali, si sviluppò una peggioramento tale che portò alla cosiddetta “seconda servitù della gleba”.

servitù della gleba

 

Alessandro II
Alessandro II

L'istituzione della servitù della gleba continuò ad esistere anche dopo il Medioevo ed è stata abolita nei vari paesi in momenti diversi. In Italia per esempio è stata abolita per la prima volta in Bologna nel 1256, in Austria nel 1781, in Prussia nel 1807, in Baviera nel 1818 e in Württemberg nel 1817.

Nell'Impero Russo i servi della gleba erano quasi proprietà dei loro Signori e venivano venduti come "anime". Solo nel 1861 Alessandro II pubblicò un manifesto e 23 milioni servi della gleba ottennero la libertà personale. 

In Ungheria la liberazione dei contadini iniziò nel 1853/54 e in Romania solo nel 1864.

Alfons Mucha: L'abolizione della servitù della gleba in Russia
Alfons Mucha: L'abolizione della servitù della gleba in Russia

 

Dalla divisione dei ceti c’erano gruppi di persone che erano escluse e quindi dotate di diritti ancora minori, questi erano: stranieri, gente di altre fedi, figli illegittimi, il ceto inferiore, sia rurale che urbano, senza fissa dimora (ad es.: servi, domestici, mendicanti), così come persone che si dedicavano a mestieri “disonesti", come (il boia2, Abdecker (scuoiatore)3 e le prostitute). 

 

Il ceto contadino

Ferdinand Georg Waldmüller: Dbracciante agricolo con figlio
Ferdinand Georg Waldmüller:
bracciante agricolo con figlio

Fino a 13° secolo le differenze legali tra i vari livelli di “libero” e “non libero” o “meno libero” erano ampiamente livellate, nacque quindi un ceto contadino relativamente uniforme, che in seguito si divise secondo criteri economici. Da un lato i Vollbauern4 e dall'altro lato i piccoli agricoltori5 insieme ai lavoratori salariati senza terra. 

La corvée venne sostituita (a parte il nord-est tedesco) in gran parte dai soldi e tributi in natura. In generale la fine del 13° secolo può essere vista come il periodo di massimo splendore per i contadini medievali.

 

barra

1 Hörig = termine storico usato in Germania per definire la servitù; Servi (Hörige) erano chiamati i contadini del Medioevo che si trovavano alla dipendenza di un signore feudale. La Hörigkeit veniva lasciata in ereditata ai figli. Questi Hörige non erano liberi ed erano soggetti ad alcune limitazioni. Potevano possedere beni mobili, ma non acquistare beni immobili ed erano legati alla terra (obbligo Scholl), che apparteneva ad un proprietario terriero (nobiltà o chiesa). Il contadino non poteva dimettersi dal dominio feudale senza il permesso del suo signore. Lavorava la terra soggetto a diversi obblighi (di solito sotto forma di raccolto) ed alla corvée (lavoro forzato) verso il signore feudale, che veniva svolta nella masseria o nelle vicinanze. In cambio il Signore aveva da compiere il dovere di dare ai suoi subalterni "protezione e riparo", cioè proteggerlo e sostenerlo, come nella malattia, durante un incendio o per un cattivo raccolto. Doveva difenderlo dagli aggressori e praticare la vendetta in suo nome qualora fosse stato ucciso. Era il custode della pace nel proprio dominio feudale; accorreva in aiuto come mediatore e giudice (giurisdizione) durante le controversie e poteva punire il violatore della pace. La Hörigkeit fu abrogata con la liberazione dei contadini nel 1848.
2 Boia = persona retribuita per l'esecuzione delle condanne a morte. Dal 13° secolo divenne una specifica professione; il mestiere era considerato "disonesto".
3 Scuoiatore = in origine era il proprietario che doveva rimuovere le carcasse degli animali morti seppellendoli nel letame, in un campo aperto, gettandogli nella latrina o nel primo fiume che capitava. Solo nel basso Medioevo si è formato il mestiere di scuoiatore. L'odore penetrante costringeva gli scuoiatori a vivere al di fuori dei villaggi. Gli agricoltori erano costretti a consegnare tutti gli animali morti agli scuoiatori. Questi recuperavano i resti utilizzabili e sotterravano o bruciavano quello che non poteva essere utilizzato. Le ossa venivano date al saponificio, la massa putrefatta della carne al salnitraio e le pelli alle concerie. A causa del contatto con le carcasse gli scuoiatori avevano un alto rischio di contrarre infezioni, come per esempio il carbonchio.
4 Vollbauer = tradotto letteralmente contadino pieno; contadino che gestiva un intera Hufe (nel Medioevo la misura media di una proprietà rurale che corrispondeva in Germania all'incirca 7-20 ha.)
5 Piccolo agricoltore = un agricoltore a tempo parziale la cui fattoria è molto piccola.

indietro 1 2 3 avanti
Letzte Änderung:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido