sei in: Württemberg >

La STORIA DEL WÜRTTEMBERG

(parte 1 di 3)

 

p er capire meglio le ragioni dell'emigrazione dei tedeschi e, quindi, dei miei antenati nel 18° e 19° secolo si deve tornare molto indietro nella storia tedesca.

Il territorio germanico che oggi corrisponde per gran parte all’odierna Germania, Svizzera, Austria, e parte del nord est d'Italia, poteva essere visto fino al 1871 unicamente come una regione culturale con molti regioni, ognuna con il suo grado di indipendenza ed i suoi eventi storici.

Alla fine del medioevo (5° secolo - fine 15° secolo) dunque il territorio germanico, pur essendo formalmente unito in un unico stato, era de facto suddiviso in centinaia di stati indipendenti. L'Imperatore, non avendo potere sui principi tedeschi, si limitava ad amministrare i propri possedimenti.

Il Sacro Romano Impero intorno all'anno 1400
Il Sacro Romano Impero intorno all'anno 1400

 

Il Sacro Romano Impero della Nazione Tedesca (1495-1608) era uno stato a struttura feudale e quindi decentralizzato. Il re assegnava dei terreni (feudi) ai feudatari in cambio della loro fedeltà. I feudatari avevano al loro servizio i servi della gleba che vivevano in condizione estremamente misere sino a venire addirittura venduti insieme alla terra.

Per approfondimenti clicca qui clicca qui
Il contadino, il terzo ceto, porta il peso del primo e secondo ceto. Si appoggia sulla zappa, dalla tasca escono fogli di carta dei tributi, decime, corvée e servizio militare. Le sue sementi vengono mangiate da pernici voraci e da lepri (privilegio aristocratico di caccia). L'abate è caratterizzato dalla mania dello sfarzo e la spada del Duca è rossa di sangue.
I contadini portano il peso degli altri due ceti

 

Con il passare del tempo le condizioni di questa gente restarono comunque immutate. Era quindi loro desiderio affrancarsi e cercare condizioni di vita migliori trasferendosi in qualsiasi luogo.

Per approfondimenti clicca qui clicca qui

 

I miei antenati1 emigrarono dagli allora Wirtemberg, Bavaria e Baden. In questa sede, raccontando del Wirtemberg, cercherò di descrivere le condizioni che ovunque a quel tempo erano simili.

 

barra

indietro 1 2 3 avanti

1 I miei antenati erano Hiller di Ohmden (Wirtemberg), Bechtle di Höpfigheim (Wirtemberg), Blatt und Gabert di Lützelsachsen (Baden), Groß di Oberstenfeld, (Wirtemberg), Schmucker di Offingen (Baviera), Blatter di Gundelfingen (Wirtemberg), Fuchs di Wasserburg (Baviera), Klein di Gundremmingen (Baviera), Fieß di Dürrmenz (Wirtemberg), Bosch di Aselfingen (Wirtemberg), Johs di Loßburg (Wirtemberg), Kempf (Kämpf) di Walddorf (Wirtemberg), Stumm di Auingen (Wirtemberg)

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido