sei in: Bessarabia > colonie tedesche > colonie primarie > Schabo

Schabo - una colonia svizzera in Bessarabia

(parte 4 di 4)

vendemmia in Schabo
vendemmia in Schabo

s

otto la guida del botanico Louis Vincent Tardent, Schabo divenne il “villaggio del vino” più importante dell'Impero russo.

Fino alla metà del 19° secolo il numero della popolazione della colonia svizzera aumentò fino a 252, ed i coloni avevano più di 200.00O piante di vite delle migliori varietà europee.

Nel 1829 i coloni svizzeri produssero 3.480 secchi (1 secchio = 12 litri) di vino, nel 1848 11.640 secchi, nel 1871 65.000 secchi e nel 1872 92.000 secchi. Verso la fine dei anni 40 del 19° secolo i viticoltori di Schabo impiegavano sino a 3.200 lavoratori stagionali.

 

François Louis Bugnion
François Louis Bugnion

Il 18 Settembre 1843 arrivò a Schabo il primo insegnate svizzero: Louis François Bugnion accompagnato dalla moglie. Ora la colonia aveva un insegnante bilingue. Nel 1846, una volta che in Svizzera era stato ordinato come pastore, la colonia lo assunse anche come predicatore protestante-riformato (calvinista).

Nel 1854, quando Bugnion si risposò senza aver divorziato dalla prima moglie, venne sollevato dal suo incarico.

Anche gli altri insegnanti e pastori venivano assunti dai coloni direttamente dalla Svizzera.

 

Dal momento dell'arrivo dei coloni tedeschi nella colonia, non solo si parlavano due lingue, ma c'erano anche due confessioni.

il campanile a Schabo
il campanile a Schabo

La disputa sul fatto che il campanile della chiesa dovesse avere in cima una croce o un gallo venne risolta con un compromesso: un gallo sulla croce.

Nel 1923 vivevano a Schabo 491 tedeschi e 394 svizzeri, e comunicavano tra loro per lo più in lingua russa.

la chiesa a 
        Schabo, intorno all'anno 1922
la chiesa a Schabo, intorno all'anno 1922

 

Dopo la 1° guerra mondiale, dal 1918 al 1940 la Bessarbia faceva parte della Romania. Nel 1940, quando la Bessarabia doveva essere ceduta nuovamente alla Russia, la maggior parte dei residenti di Schabo si fece reinsediare assieme ai tedeschi di Bessarabia. Dopo la riconquista della Bessarabia (1941) da parte delle truppe rumene e tedesche, una piccola parte dei coloni svizzeri ritornò a Schabo, questi però nel 1944 dovetterò lasciare nuovamente il paese prima dell'avanzata dell'Armata Rossa.

Gedenktafel in Schabo
in memoria dei fondatori della
colonia svizzera di Schabo e dei loro discendenti
che sono stati sepolti
in questo luogo dal 1822 al 1940

 

Chi riuscì riavere la cittadinanza svizzera, di solito tornò nella vecchia patria: la Svizzera.

A Schabo rimasero solo cinque famiglie russificate.

 

I discendenti degli abitanti di Schabo ancora oggi coltivano uve per la produzione di vini di qualità.

 

Nel 2001 Schabo contava 7.152 abitanti.

 

 

 

 

 

barra

indietro 1 2 3 4 avanti
Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2017
CSS validoHTML valido