sei in: Württemberg > Il Würtemberg nel 19° secolo

L'emigrazione dei cittadini del Württemberg

(parte 2 di 4)

I fedeli di Ignaz Lindl

Martin Boos
Martin Boos

m

a il Württemberg non era l'unico territorio dal quale i separatisti emigrarono verso la Russia.

Negli anni 90 del 18° secolo, sotto l'influenza del pietismo del Württemberg, nacque all'interno della Chiesa cattolica bavarese il movimento di rinascimento dell'Algovia. Le loro personalità di primaria importanza erano i parroci cattolici Martin Boos e Johannes Evangelista Goßner.

Attraverso Goßner il movimento arrivò a Monaco, dove, intorno al 1812 Ignaz Lindl, allievo di Goßner, fondò all'interno della Chiesa il separatismo bavarese, molto influenzato dalle opere di Johann Heinrich Jung-Stilling, uno scrittore pietista.

Conte Massimiliano di Montgelas
Conte Massimiliano di Montgelas

Che tale fenomeno si poteva sviluppare all'interno della Chiesa cattolica, Lindl lo doveva principalmente all'impegno del politico bavarese delle riforme il Conte Massimiliano di Montgelas per la sua politica di tolleranza religiosa. L'editto religioso del 1803 garantì ai protestanti il diritto di dire la messa, la libertà di stabilire il proprio domicilio e l'equiparazione dei diritti.

Le autorità bavaresi che nel 1819 si accorsero dell'attività di Lindl e di Goßner e, pensando meno al bene comune, cacciarono dal paese i separatisti.

Alessandro I
Alessandro I

Goßner in seguito si recò per un certo tempo in diversi paesi, tra i quali anche la Russia. Lindl invece partì verso la Russia, al fine di trovare un'occupazione e la protezione di Alessandro I.

La partenza di Lindl verso la Russia klicke hier

 

Lindl ricevette la residenza ufficiale ad Odessa e aveva in progetto per i suoi seguaci la fondazione di una "comunità di Dio, veramente cristiana e apostolica" alla maniera della Herrnhuter Brüdergemeine1.

L'operato di Ignaz Lindl ad Odessa klicke hier

 

Le lettere incitanti all'emigrazione di Lindl e i privilegi causarono tra i suoi sostenitori nella vecchia padria una sorta di movimento popolare. Lo slogan era "Andiamo in Russia!".

Ebbe inizio una campagna di reclutamento.

Parlavano della regione più bella e più fertile, un vero paradiso con un raccolto due volte l'anno e il luogo per l'insediamento era già deciso. I volenterosi all'emigrazione non si dovevano preoccupare di niente.

fonte: Bauernzeitung aus Frauendorf vom 18. Mai 1822: Ist es rathsam, nach Rußland auszuwandern?
Bibelstunde

L'imminente emigrazione di massa venne organizzata a Giengen in Württemberg dal ricco commerciante Christian Friedrich Werner (1759-1823) che venne aiutato a Lauingen in Baviera dal rilegatore Jakob Maier e a Heidenheim in Württemberg da Christoph Friedrich Ploucquet (1781-1844). I seguaci di Lindl si incontravano nelle loro case per la collegia pietatis (conventiculum, studi biblici, semplicemente "lezioni").

Benvenuti erano non solo contadini abili e ricchi, ma anche artigiani. Gli intenzionati all'emigrazione dovevano presentarsi dai rappresentanti russi con i documenti ufficiali. Tra l'altro erano richiesti: il passaporto, un certificato di un buono stile di vita, un certificato, o un garante qualificato, che certificava di possedere contanti o beni per almeno 300 fiorini.

Coloro che non potevano provare di possedere il denaro, erano esclusi dall'immigrazione in Russia, così anche le coppie sposate senza figli e i celibi. Quest'ultimi potevano entrare in Russia solo se erano stati inclusi in un nucleo familiare.

Ignaz Lindl
Ignaz Lindl

Alla domanda: "perché volete seguire Lindl in Russia?" Gli emigrati rispondevano: "perché Lindl lì vuole fondare una Brüdergemeine1, dove potremo vivere liberamente con i nostri figli". Altri invece si volevano salvare dalla temuta persecuzione, vista la imminente apparizione minacciosa dell'Anticristo.

Con questo si era avvicinata anche la seconda venuta di Cristo sulla terra e l'inizio del suo Regno millenario di pace.

 

barra

indietro 1 2 3 4 avanti

1 Brüdergemeine = un'unicità di fratelli, una Chiesa Evangelica Libera, nata dal pietismo, che venne fondata a Herrnhut nell'Alta Lusazia come colonia, sotto la protezione del conte Zinzendorf, nel 1722.

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido