sei in: Bessarabia >

La Bessarabia - una provincia romana

 

Domiziano
Domiziano

nell'anno 87 l'imperatore romano Domiziano inviò quattro o cinque legioni per punire i Daci per i loro attacchi contro la provincia romana di Moesia. Due legioni furano attaccate e sconfitte vicino a Tapae (nelle vicinanze dell'attuale Bucova in Transilvania1/Romania).

 

Decebalo
Decebalo

Nell'anno 102, durante l'invasione romana per la conquista della Dacia, Decebalo, ultimo re della Dacia, riuscì a sfuggire ad una completa sconfitta terminando la guerra con un un armistizio poco vantaggioso per lui e il suo popolo.

imperatore Traiano
imperatore Traiano

Tre anni più tardi, sotto il regno dell'imperatore Traiano, i Romani invasero nuovamente la Dacia. Dopo un lungo assedio a Sarmizegetusa ed una lunga lotta, le truppe dei Daci vennero sconfitte definitivamente.

Decebalo fuggì, però venne rintracciato nel 106, ma riuscì a sfuggire alla cattura suicidandosi.

 

La Dacia divenne una provincia romana e rimase sotto il controllo romano fino all'anno 270 circa.


Clicca sull'immagine per vederlo ingrandito l'Impero Romano intorno all'anno 300
l'Impero Romano intorno all'anno 300

 

 

soldi daci
soldi daci
colonna di Traiano
colonna di Traiano

I numerosi soldati romani si stabilirono sul territorio conquistato e questo evento storico indusse gli abitanti del posto ad assumere la lingua latina, le tradizioni e la cultura dei romani dominatori.

 

Adamklissi
Adamklissi

Le vittorie di Traiano sono ricordate sui bassorilievi che ornano il monumento di Adamklissi in Dobrugia (Romania), il monumento di Màguri nella regione storica della Transilvania (Romania) e la Colonna di Traiano a Roma, dove vengono rappresentate le scene delle guerre contro i Daci negli anni 101/102 e 105/106.

monumento di Màguri
monumento di Màguri

 

vallo di Trajano in rosso
vallo di Trajano in rosso

Presumibilmente, dopo le guerre (101/102 e 105/106), i Romani, per proteggere il loro regno da intrusioni da parte dei Daci, costruirono delle linee di fortificazione, chiamate valli di Traiano, in Dobrugia e in una parte della Moesia.

Tuttavia le ricerche archeologiche del 20° secolo diedero il risultato che le fortificazioni sono di un periodo più recente. Non vennero trovati resti di opere murarie, palizzate e torri. Probabili costruttori furono i Goti tra il 200 e il 300 o i principi valacchi della Casa dei Basarab, intorno al 1400.

 

Nel 270 i Romani, a causa del l'invasione gotica e carpa2, si ritirarono. I Goti invasero l'Impero Romano da sud attraverso il Budjak: (dal tartaro: angolo triangolo).

la migrazione dei popoli

 

invasione degli Unni
invasione degli Unni

Per secoli questa terra, la futura Bessarabia, rimase inutilizzata e dal 5° secolo subì ripetute invasioni da parte dei Visigoti, Unni, Protobulgari2, Avari (popolo asiatico) e Magiari finché venne occupata dai Bessi (regnanti della Tracia). Ma l'influenza dell'Impero Romano (Impero Romano d'Oriente) non scomparì prima del 567.

 

barra

indietro 1 avanti

1 Transilvania = regione all'interno dell'arco dei Carpazi, che oggi appartiene alla Romania. Dal 3° secolo a.C. fece parte del Regno dei Daci, dal 106 al 271 d.C. era parte della provincia romana della Dacia, dal 7° secolo era governata dai Bulgari, dal 9/10° secolo dagli Ungheresi, dal 11° al 13° secolo dipendeva dalla corona ungherese.
Per la difesa della frontiera dal 10° secolo vennero insediati i Siculi e dal 1150 circa agricoltori tedeschi ed artigiani (Sassoni di Transilvania); dal 1211 al 1225 il Burzenland (regione storica di confine nel sudest della Transilvania) venne dato come feudo all'Ordine Teutonico. Una popolazione rumena in questa zona risulta ufficialmente solo dal 1210 circa. Nel 1437 "l'Unione delle tre nazioni" (ungheresi, siculi, sassoni) doveva respingere i turchi che dal 1432 avanzavano.
La minaccia dei Turchi, dal 1493 al 1530, portò alla trasformazione ed all'ampliamento delle chiese a castelli ecclesiastici. Dopo la battaglia di Mohács nel 1526 la Transilvania passò sotto la sovranità ottomana; nel 1699 con la Pace di Carlowitz la Transilvania passò, pur mantenendo la propria autonomia, agli Asburgo (Austria); nel 1867 venne riunificata nuovamente con l'Ungheria. La magiarizzazione si scontrò con l'opposizione determinata dei romeni e dei Sassoni che vivevano lì. Con la pace di Trianon (1920) la Transilvania venne data alla Romania; dal secondo Arbitrato di Vienna (1940) la Transilvania settentrionale e la terra dei siculi (Transilvania orientale) venne restituita all'Ungheria e con il Trattato di Parigi (1947) tutta la Transilvania ritorno nuovamente alla Romania.

2 Carpi = popolo probabilmente di origine dacica originariamente stanziata sui pendii orientali dei monti Carpazi, in un'area della Dacia corrispondente all'attuale distretto di Bacău, in Romania.

2 Protobulgari = tribù turche che originariamente si insediarono nel territorio del Caucaso, del Mar Caspio e del Mar Nero. Sotto Asparuh, primo khan del Primo Impero bulgaro, i protobulgari che, intorno al 680, invaserò la regione del Danubio, fondarono, con le prime tribù slave, il Primo Impero bulgaro.

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2014
CSS validoHTML valido