sei in: Bessarabia > la Bessarabia multietnica > gli ebrei della Bessarabia

Gli ebrei della Bessarabia nel Principato di Valacchia

il voivoda Ladislao I
il voivoda Ladislao I

cià durante i primi anni del Principato di Valacchia, in particolare sotto il voivoda Ladislao I, dal 1360 immigrarono gli ebrei che erano fuggiti dal Regno d'Ungheria di Luigi I1.

Anche il voivoda2 Dan I, che regnò in Valacchia dal 1384 al 1386, garantì i loro diritti. Al tempo di Vlad III (1456-1462), noto come Vlad Ţepeș (l'impalatore), invece sono riportate diverse persecuzioni degli ebrei.

Mihai Viteazul
Mihai Viteazul

Il voivoda Mihai Viteazul nel 1594 ordinò un'esecuzione di massa che non era diretta solo contro gli ebrei, ma contro tutti i presta-denaro stranieri.

Il voivoda Matei Basarab invece nel 1633 tentò di convertire al cristianesimo gli ebrei della Valacchia, dando ai convertiti incarichi importanti.

Constantin Brâncoveanu che regnò dal 1688 al 1714, concesse agli ebrei ancora più privilegi.

Il suo successore Ștefan Cantacuzino invece fece distruggere la sinagoga di Bucarest.

il Principato di Valacchia, durante il regno del voivoda Mircea I cel Bătrân (1386–1418)
il Principato di Valacchia, durante il regno del voivoda Mircea I cel Bătrân (1386–1418)

 

Constantin Ypsilanti
Constantin Ypsilanti

Verso la fine del 18° secolo e all'inizio del 19° secolo apparvero i primi pamphlet (scritti polemici) di carattere antisemita: Ordinul de Aur (Il Codice d'oro, 1771) e Infruntarea jidovilor (Il rimprovero degli ebrei, 1803). In questi scritti polemici gli ebrei spesso venivano accusati del antico infanticidio rituale, in modo che nel 1804 il voivoda Constantin Ypsilanti ritenne necessario di richiamare il clero ortodosso all'ordine e alla tolleranza.

 

Nel 1812, durante la guerra russo-turca, le truppe calmucche, saccheggiando Bucarest, residenza del voivoda della Valacchia, devastarono il quartiere ebraico e uccisero molti dei residenti ebrei. Due anni dopo, nel 1814, in città ci fu un pogrom dove vennero uccisi 128 ebrei.

Bucarest intorno all'anno 1717
Bucarest intorno all'anno 1717

 

barra

indietro 1 avanti

1 Luigi I d'Ungheria era in stretto contatto con Papa Innocenzo VI e sotto l'influenza ostile della Chiesa cattolica nella questione ebraica, nel 1349, in seguito allo scoppio della peste, gli ebrei per la prima volta vennero espulsi dall'Ungheria. Anche nel 1360 venne emanata un'espulsione generale, ma solo 4 anni più tardi alcuni ebrei ebbero il permesso di tornare in Ungheria con condizioni restrittive, in quanto erano, come in altri paesi europei, la forza motrice della vita economica.

2 Voivoda = titolo nobiliare slavo paragonabile ad un titolo compreso tra quello di marchese e quello di granduca.

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido