sei in: Bessarabia > la Bessarabia multietnica > gli ebrei della Bessarabia

Gli ebrei della Bessarabia nel Principato di Moldavia

(parte 1 di 4)

Petru Muşat
Petru Muşat

ancora prima della fondazione del Principato di Moldavia, quindi prima del 1354, un numero insignificante di ebrei si stabilì nelle città di Barlad e Galati.

Più tardi, sotto Petru Musat (1391-1394) e Alexandru cel Bun (1400-1432), gli ebrei già residenti e quelli appena immigrati ricevettero ampie concessioni.

Ştefan cel Mare (1457-1504) invece portò dalle sue campagne di successo contro la Polonia, prigionieri ebrei che vennero insediati nel Principato di Moldavia insieme ad un numero consistente di volontari ebrei originari della Polonia.

Petru Şchiopul
Petru Şchiopul

La loro attività principale era il commercio e quando i commercianti ebrei entrarono in concorrenza con i greci e gli armeni locali creando in alcune zone della Moldavia settentrionale dei monopoli, accadde che il voivoda moldavo li deportò in Galizia e in Podolia.

Questo si verificò durante il regno di Petru Şchiopul (1574-1577, 1578-1579, 1582-1591), che nel 1579 preferì favorire i mercanti inglesi sotto William Harborne. Nel 1612 però gli ebrei vennero richiamati dal voivoda1 Ştefan Tomşa.

Vasile Lupu, che regnò 1634 al 1653, voleva convertire gli ebrei al cristianesimo, come aveva cercato di fare Matei Basarab in Valacchia nel 1633.

il Principato di Moldavia ai tempi di Alexandru cel Bun (15° secolo)
il Principato di Moldavia ai tempi di Alexandru cel Bun (15° secolo)

 

barra

indietro 1 2 3 4 avanti
1 Voivoda = titolo nobiliare slavo paragonabile ad un titolo compreso tra quello di marchese e quello di granduca.
Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido